Manovra: Damiano (PD), bene la mobilitazione unitaria del 9 febbraio

0

di Giada Da Prato – Cesare Damiano, dirigente del Partito Democratico, plaude alla mobilitazione organizzata dai sindacati il prossimo 9 febbraio a Roma. “I sindacati confederali hanno deciso di chiamare i lavoratori in piazza per una manifestazione nazionale a sostegno delle proposte contenute nella piattaforma unitaria che chiede modifiche alle decisioni prese dal Governo gialloverde su una varietà di questioni urgenti e rilevanti. La mobilitazione arriva al termine di un percorso di assemblee in tutto il Paese”.
Damiano non nasconde la propria preoccupazione per il mancato confronto tra sindacati e governo: “È una decisione giusta che segue il mancato rispetto dell’impegno preso dal presidente del Consiglio. Il Governo gialloverde – continua – ha mostrato di ignorare il ruolo dei corpi intermedi e, nella realtà, ha rifiutato di condurre un confronto con i sindacati sui temi critici per lo sviluppo del Paese come quelli del lavoro, delle pensioni, del fisco, degli investimenti per le infrastrutture e delle politiche per i giovani, per le donne e per il Mezzogiorno. Rifiutare il confronto con le parti sociali è un malcostume politico che ha già creato in passato danni e ritardi nell’elaborazione di soluzioni razionali utili al Paese”.
“La confusione con la quale si è svolto l’iter della legge di Bilancio, l’incertezza sui provvedimenti chiave per il Governo, come ‘Quota 100’ e ‘Reddito di cittadinanza’, dovrebbero suggerire alla maggioranza un radicale cambio di atteggiamento. Varare un Decreto che riguarda temi sociali come le pensioni e la povertà, senza ascoltare le parti sociali, è un errore madornale”, conclude Damiano.

No comments