Agricoltura- De Petris (SEL): “Terreni pubblici in vendita: così si escludono i giovani agricoltori”

0

«Un’iniziativa nata per favorire il riutilizzo agricolo dei terreni pubblici in disuso e favorire l’ingresso dei giovani in agricoltura si sta trasformando nel suo contrario. L’Agenzia del Demanio vende solo con aste al massimo rialzo ed elude il vincolo previsto dalla legge di offrire in affitto una quota significativa del patrimonio pubblico, con il rischio di favorire interessi estranei al mondo agricolo».

Loredana De Petris, senatrice di SEL e capogruppo del Misto a Palazzo Madama, ha presentato oggi Aggiungi un appuntamento per oggi un’interrogazione urgente al Ministro delle Politiche Agricole e al Ministro dell’Economia sui bandi per la vendita di terreni demaniali a vocazione agricola, pubblicati gioved ì scorso sul sito dell’Agenzia del Demanio in attuazione del cosiddetto decreto “Terrevive”.

«I due Ministeri coinvolti – prosegue De Petris – hanno deciso di far prevalere l’esigenza di fare cassa, anche disattendendo sostanzialmente il mandato previsto dalla legge. I giovani agricoltori rischiano di essere tagliati fuori dalle aste al massimo rialzo, mentre è evidente che il diritto di prelazione, a parità di prezzo offerto, non rappresenta per loro una garanzia sufficiente».

«Nell’interrogazione presentata oggiAggiungi un appuntamento per oggi – conclude l’esponente di SEL – ribadisco ai Ministri la richiesta di pubblicare immediatamente l’elenco dei terreni agricoli pubblici da offrire in affitto, come previsto dal decreto-legge del gennaio del 2012, riservando a questo canale una quota significativa dei circa 5.000 ettari ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi resi disponibili».

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: