Carlo Calenda: Minniti, si candidi a guida Pd. E’ personalità tra le più rispettate anche fuori dal partito

0

di Ettore Neri – Con una dichiarazione schietta e diretta, come da suo stile e abitudine, Carlo Calenda, ex Ministro dello Sviluppo economico, nei Governi Renzi e Gentiloni, dice la sua sul prossimo Congresso nazionale del PD.
Calenda, che si è iscritto al Partito Democratico nel 2018 e che, poco dopo l’iscrizione, aveva minacciato di strappare la tessera, se il Pd avesse fatto un accordo di governo con il M5S, si schiera al fianco di Marco Minniti.

“E’ auspicabile che Marco Minniti rompa gli indugi e si candidi per la segreteria. Capisco che non è una decisione facile ma Marco è una delle personalità più rispettate nel campo del centro sinistra e può contribuire a dare rappresentanza ai progressisti, anche oltre il perimetro del Pd”.
Minniti, per altro, non ha ancora sciolto la riserva, anche se ieri ha avuto una riunione alla Camera con Lorenzo Guerini, Luca Lotti e Ettore Rosato e oggi, a Firenze, ha presentato il suo libro  “Sicurezza è libertà. Terrorismo e immigrazione: contro la fabbrica della paura” alla presenza di Dario Nardella e soprattutto di Matteo Renzi.

Tutto questo sembra preludere ad una ufficializzazione della sua candidatura domani, in occasione dell’Assemblea Nazionale del Partito Democratico che dovrebbe fissare la data del Congresso Nazionale.
Una discesa in capo che vedrebbe l’ex Ministro dell’Interno sfidarsi per la Segreteria Nazionale con Nicola Zingaretti, Maurizio Martina, Francesco Boccia, Matteo Richetti, Cesare Damiano e Dario Corallo.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: