DE CRISTOFARO (SEL): “DDL PRESENTA ASPETTI PUNITIVI ED INTIMIDATORI”

0

“Bisogna coniugare la tutela delle persone con la difesa della libertà di stampa”

“Siamo costretti a votare contro questa legge sulla diffamazione a mezzo stampa, pur consapevoli dell’importanza e dell’urgenza di affrontare il problema, bisogna però coniugare la tutela delle persone con la difesa della libertà di stampa”. Lo ha detto in Aula il senatore di SEL Peppe De Cristofaro durante la dichiarazione di voto sul ddl diffamazione.
“Purtroppo, invece, questa legge presenta aspetti punitivi ed intimidatori. È senz’altro molto positivo aver cancellato la pena detentiva per i giornalisti, tuttavia le sanzioni pecuniarie costituiscono un’arma di ricatto forse ancor più temibile, soprattutto per i giornalisti precari e freelance non legati ai grandi gruppi editoriali. E’ inoltre insensato l’obbligo di rettifica senza diritto di controreplica da parte del giornalista presunto diffamatore”.
“Fortunatamente l’Aula del Senato ha parzialmente corretto la peggiore falla presente nel testo votato dalla Camera e dalla commissione Giustizia del Senato: siamo riusciti, sia pure in misura non ancora soddisfacente, a inserire nella legge una norma contro le querele temerarie, sempre più adoperate negli ultimi anni come strumento di intimidazione e limitazione della libertà di stampa. Ma questo – conclude De Cristofaro – non è un elemento sufficiente per poter dare un voto favorevole al ddl”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: