Ultime News

Graziano Delrio: “Il decreto sicurezza è un folle salto nel buio”

0

di Ettore Neri – Intervistato da Arturo Celletti per Avvenire il Capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio interviene sul decreto sicurezza voluto fortemente dal Ministro dell’Interno Salvini affermando che si tratta di “un folle salto nel buio.”
Secondo il parlamentare Dem il decreto “Salvini” fa passare il Paese “Da percorsi controllati, monitorati, legali a percorsi che fabbricano insicurezza e pericolo.”

Non sarà un decreto legge a fare scomparire gli immigrati, prosegue Delrio, con il decreto si avrà soltanto “la mancata iscrizione all’anagrafe” e questo trasformerà gli immigrati in “Fantasmi che continueranno a girare per le nostre città. Senza una dimora. Senza una prospettiva. Senza la possibilità di un qualsiasi controllo. E chi non ha speranze è più facile preda della criminalità».
A parere dell’ex Ministro il fenomeno va gestito e afferma che “i migranti inseriti in un percorso di studio e di lavoro commettono meno crimini degli italiani”.
Il decreto sicurezza, continua Delrio “È il manifesto della destra. È la frusta agitata contro i migranti. E poi Conte non ha margini di mediazione perché non ha nessun peso politico. Questo governo è andato avanti accettando, di volta in volta, le bandiere di Lega e di M5S. Sarà ancora così, sarà sempre così”.

La previsione del Capogruppo democratico alla Camera è che il decreto non potrà essere cambiato perché “Deputati e senatori del Movimento Cinque stelle hanno dimostrato di non aver coraggio. Non ho sentito una parola, una sola parola, su tante questione drammaticamente decisive. A cominciare dalla chiusura dei porti. Tutto è avvenuto, e avviene, nel silenzio del premier e dei ministri pentastellati. E la mia speranza che su questi argomenti vi sia una voce di reale dissenso è pari a zero. Chi ci ha provato, come il comandante De Falco, è stato buttato fuori dal Movimento. Perché Salvini pretende l’applicazione delle sue leggi. Non di quelle costituzionali, non di quelle internazionali come quella che impone i salvataggi in mare e il porto sicuro”.
La sentenza di Delrio sulla legge è che siamo in presenza di una legge “profondamente incostituzionale.” che “Lede i diritti. Discrimina. Non abbiamo nessun dubbio e aspettiamo un pronunciamento della Corte costituzionale”.
Quanto ai Sindaci “ribelli” Delrio afferma che “si stanno solo occupando delle loro città. Non vogliono fabbricare pericolo. E stanno provando ad obbedire a una legge superiore, alla Costituzione”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: