Ius Soli, Delrio: “Noi del centrosinistra dovevamo essere più coraggiosi, adesso portiamo avanti questa battaglia di civiltà”

0

di Ettore Neri – Graziano Del Rio confessa in una intervista a Giovanna Casadio di “La Repubblica” il proprio dispiacere e disagio di fronte alla mancata approvazione da parte dei Governi del PD della legge sullo “Ius soli”.
“Quando fummo fermati e non si riuscì ad approvare lo ius soli, – racconta l’ex Ministro – quasi non potevo guardare negli occhi i tanti ragazzi nati e cresciuti in Italia ma figli di stranieri, che ci avevano chiesto di essere uguali ai nostri figli, che anche con i miei figli giocavano, andavano a scuola, tifavano”.
“Dovevamo essere più coraggiosi – aggiunge – dovevamo mettere la fiducia sullo ius soli”.
Del Rio invita dunque il nuovo segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, a riprendere la battaglia contro “la logica della concessione, paternalistica, non dei diritti.”
I ragazzi figli di stranieri e nati in Italia sono, aggiunge il capogruppo alla Camera del PD, “italiani e vivono già da uomini liberi come parte della nostra comunità, parlano l’italiano meglio di tanti politici e conoscono bene le loro città, i lori quartieri, la loro scuola qui in Italia».
Del Rio contesta la giustificazione che si debba dare la cittadinanza italiana al giovane Rami per il suo atto di eroismo, la cittadinanza per tutti i figli e le figlie nate in Italia deve essere un diritto non una concessione da conquistarsi.
“Vorrei dire proprio questo a Salvini e anche a Di Maio: guardate che non è niente di straordinario, non attenta alla nostra identità, quale danno pensate che possa venire? Significa riconoscere un diritto civile. La campagna contro, che è stata fatta, ha spaventato gli italiani, nella maggior parte favorevoli. Ma lo ius soli è una legge mite. Questi ragazzi, italiani di fatto ma non di diritto, una volta raggiunta la maggiore età, acquisiranno comunque la cittadinanza. Quindi dargliela cinque, sei o sette anni prima, cosa cambia? Immagino come si sentano traditi oggi molti dei cittadini elettori dei 5Stelle che avevano firmato i nostri banchetti nel 2012”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: